Come gestire le cancellazioni nei tempi del Covid-19

Homepage / Stagend News / Come gestire le cancellazioni nei tempi del Covid-19
“Ho paura che mi cancellino gli eventi anche di maggio, giugno e luglio”
“Un cliente mi ha annullato un evento a Giugno, come mi comporto?”
“Gli eventi sono bloccati solo fino al 30 Aprile, non è giusto che annullino eventi dopo”
“Noi stiamo già pensando al dopo, siamo focalizzati sull’agenda da settembre in poi”

Cari intrattenitori,

Questi sono solo alcuni spunti che ci sono arrivati da voi. E l’ultima è volutamente inserita come esempio di focalizzazione.

Diciamo la verità: è inutile illudersi, ognuno di noi deve purtroppo mettere in conto che gli ingaggi di questa primavere non ci saranno. Probabilmente molti verranno recuperati nei mesi dopo, ma la verità è che in questo momento nessuno sa quanto durerà l’emergenza virus e quindi è praticamente impossibile pianificare degli eventi da qui ad agosto.

In questa fase difficile, è importante ricordarsi che gli organizzatori sono vittime quanto lo siamo noi intrattenitori. Quindi l’unico modo vincente per gestire i rapporti con i clienti in questo periodo è quello del “Let it go”. Fate come farebbe Roger Federer, uscitene elegantemente, senza pretendere niente dal cliente, non è colpa sua e non vi fate bella pubblicità per quando tutto questo sarà finito.

Cosa fare quindi nel caso in cui un cliente vi dice di voler cancellare l’evento?
  1. Mai perdere la gentilezza con i propri clienti. Roger Federer non la perde mai, e per questo è rispettato e amato da molti ;)
  2. Noi di Stagend partiamo dal presupposto che i clienti vogliano solo spostare l’evento, e vi assicuriamo che il 90% dei casi accettano di spostare l’evento, anche in casi di compleanno. Segnalateci subito se sapete di un cliente che vuole cancellare l’evento, magari non sa che può posticipare a “data da definire”. Siamo qui per aiutarvi a mantenere il maggior numero di ingaggi possibili.
  3. In caso di spostamento della data:
    1. è importante lasciare il booking in standby senza pretendere dal cliente di fissare subito una nuova data. Come detto prima, è controproducente, perché il cliente stesso non è in grado di sapere quando potrà fare il suo evento.
    2. Non siete liberi nella nuova data scelta dal cliente? Potrà succedere, ma niente paura. Vi aiuteremo a trovare un sostituto e in caso di successo, vi verseremo una percentuale della nostra parte di commissione! (di solito sono 20.- CHF, ma durante l’emergenza Covid-19 Stagend ha deciso di dividere con voi la nostra commissione al 50%, quindi a dipendenza dal prezzo finale, da 50 a 200 CHF). (scriveteci su [email protected])
  4. In caso di cancellazione:
    1. Per eventi fino ad agosto 2020, vi consigliamo di accettare la cancellazione. Se avete dubbi, potete sempre consultarvi prima con noi.
    2. Abbiamo casi dove intrattenitori si sono offerti per un’esibizione in video conferenza, in cambio di una minima parte del prezzo. Chitarristi, spettacoli di magia, cantanti per sorprendere i festeggiati o il team anche in quarantena. Why not?
Noi siamo a vostra disposizione, per aiutarvi a prendere decisioni importanti. E dietro le quinte stiamo lavorando per migliorare Stagend per supportare al meglio il vostro futuro lavorativo.

Un abbraccio virtuale da tutto il team in questo momento difficile per tutti,
Marco, Lorenzo, Martino, Claudia, Angela, Miguel, Klaudia, Tania