Marco Valerio Baron

Musicista - chitarra bar - da solo e/o in duo, quintetto blues, trio rock, quartetto liscio

Cosa offriamo
 

Suono da 25 anni chitarra bar in tutta Italia e ho lavorato in diversi resorts all'estero. Il repertorio tratta i classici evergreen, italiani e internazionali. Momenti di musica rock e pop si alterneranno alla disco e latino, tutto scelto e concordato in basi ai vostri gusti e alle vostre richieste. Suono da solo come chitarra bar, in quartetto con una tribute band degli Stone Temple Pilots (4pilots) e in un ottetto rnr swing anni 50-60 (ritmi kings & the felinettes). Per locali, eventi e cerimonie.

Marco Valerio Baron picture Marco Valerio Baron picture Marco Valerio Baron picture Marco Valerio Baron picture

Numero di membri: 1

Lingue parlate: Inglese, Italiano

Punto di partenza: Segrate (IT)

Viaggiamo fino a: 200 km

Adatto per: Matrimonio, Party, Compleanno, Evento Stagionale

Durata intrattenimento: da 1 ora

Impianto audio: Abbiamo un impianto del suono fino a 500 persone

Impianto luci: Non l'abbiamo

Termini di cancellazione: Standard

1000 brani in repertorio, tutti i generi, dai classici evergreen al pop e rock, dallo swing alla dance, dalla house al latino. Suona la chitarra e canta usando basi originali e midi. Brani a richiesta su prenotazione per eventi.
Con la band “I Maledetti”:
nel 1992 partecipa al concorso J&B Talent Scout organizzato da radio105 classificandosi al terzo posto;
nel 1993 è in prefinale al festival di Castrocaro;
nel 1994 è in finale a Sanremo Giovani (10/11/94 diretta tv Rai Uno) concorrendo con Gianluca Grignani, Daniele Silvestri, Neri Per Caso, Dhamm, Gigi Finizio, e cantando in kermesse con i Pooh; subito dopo pubblica un singolo su etichetta CGD.
Sempre nel 1994 partecipa al festival di Sanscemo (a Torino) dove arriva tra i primi pubblicando un brano nella compilation omonima su etichetta Newmusic.
Con la band “Fuori Strada”:
Nel 1995 firma un contratto discografico con la Easy records di Claudio Mattone (distribuita Sony music), per la quale incide un album;
nel 1997 vince il premio Ciampi come miglior gruppo emergente, premiato personalmente da Fabrizio De Andrè, con successivo inserimento di un brano nella compilation omonima su etichetta Arroyo/Edel.